42 – Come diventare italiani veri

Blog in italiano  – tempo di lettura:  4 min
Blog in English  – reading time: 4 min

________________

Cari ascoltatori,

è stato un piacere registrare questo episodio e pubblicarlo.

Grazie a VOI, i vostri messaggi, i vostri contributi, stiamo capendo ogni giorno di più, quanto sia bello il nostro paese e la nostra lingua .
Tutto questo ci ha permesso di arrivare a registrare questo episodio che a noi è piaciuto molto per la nostra scanzonata e verace parlata in stile Italiano vero, condito dalla professionalità e altrettanta simpatia del nostro ospite avv. Nicola Metta.

Pur essendo un episodio abbastanza specifico, il nostro ospite ci fa capire, attraverso le regole per ottenere la cittadinanza italiana cosa stia dietro la nostra cultura e i valori del nostro paese.

Spero piaccia anche a voi, in ogni caso Vi ringrazio a nome mio e di tutta la squadra per il sostegno e per accompagnarci in questa avventura dell’Italiano Vero.

Massimo e tutta la squadra dell’Italiano Vero.  🎙🇮🇹

 

Blog in italiano

Oggi Cubo e Paolo ci portano nell’intricato mondo della legislazione che regola l’acquisizione della cittadinanza italiana e, per farlo, hanno invitato l’avv. Nicola Metta dell’antico studio legale Metta di Bari che opera dal 1887!

Sarà vero che per diventare cittadini italiani si deve sostenere un esame di lingua italiana?

Cubo riuscirà a capire come aiutare sua cugina che vive in Svizzera (che come tanti della sua generazione è nata da italiani residenti in America che avendo preso la cittadinanza americana avevano perso quella italiana tanti anni fa) ad acquistare la cittadinanza italiana?

Grazie all’avvocato Nicola di Bari ma che ha vissuto per dieci anni negli Stati Uniti per farsi le ossa (per fare esperienza e avere le “ossa” necessarie per affrontare tutti i problemi che possono presentarsi nel corso della carriera) avremo in modo semplice e chiaro tutte le risposte!

Come si diventa cittadini italiani?

1- Se si è  discendenti di un cittadino italiano, per iure sanguinis cioè – per diritto di sangue.

Ma non è sempre stato così, fino al 1948, prima dell’emanazione della costituzione italiana solo gli uomini trasmettevano la cittadinanza ai figli, per cui una ragazza madre (una giovane donna che senza essere sposata ha un figlio che non viene riconosciuto dal padre) non trasmetteva di diritto la cittadinanza al propio figlio.

2- Se si è residenti in Italia da un certo numero di anni: tre anni per chi è nato in Italia da genitori stranieri; quattro anni per un cittadino dell’Unione europea che si sia stabilito in Italia in modo stabile, dieci anni per qualsiasi extracomunitario.

Nel caso di una persona di discendenza italiana ma senza cittadinanza italiana, bastano tre anni di residenza stabile per ottenerla. Fino al 1992 si perdeva la cittadinanza italiana nel momento in cui si acquistava quella dello stato in cui ci si trasferiva. I figli nati nel nuovo stato erano cittadini del nuovo stato, Dal 1992 la legge italiana consente di mantenere la cittadinanza italiana anche se il cittadino ha acquisito un’altra cittadinanza.

3- Se si è sposati con un cittadino italiano da almeno due anni se il coniuge risiede in Italia o tre anni se risiede all’estero, e nel caso si abbiano figli minori, i tempi si accorciano della metà. La procedura dura circa quattro anni (tre con il nuovo decreto legge in attuazione), durante i quali il richiedente deve rimanere sposato altrimenti la procedura si blocca e il diritto decade.

In questo caso, come anche per gli extracomunitari che fanno domanda con dieci anni di residenza, occorre anche un esame di lingua italiana.

Per acquisire la cittadinanza a chi rivolgersi? Non tutti gli stati hanno un consolato italiano e spesso vengono accorpati più stati in un unico consolato creando così lunghe attese, anche di anni, dovute ai grossi carichi di lavoro. Meglio allora programmare un viaggio di un paio di mesi in Italia e acquisire la residenza in Italia, in questo modo l’autorità competente a ricevere la domanda diventa il comune, che nel giro di circa sei mesi riconosce la cittadinanza. Una volta avviata la pratica, non è necessario restare in Italia ma si può tornare al proprio Paese.

4- Se si aveva in precedenza la cittadinanza e la si è persa, c’è la possibilità di riacquistarla in due modi: dichiarando al consolato di voler riacquistare la cittadinanza e di trasferirsi in Italia e diventare residente entro un anno; l’altra modalità è venire in Italia, richiedere la residenza e fare domanda di cittadinanza ottenendole contestualmente.

A differenza di altri Paesi, in Italia l’ordinamento non prevede che si possa acquistare la cittadinanza a fronte di un esborso di denaro, le modalità sono tutte legate ad un senso di appartenenza alla cultura e ai valori italiani.

Bello sapere da Nicola che, negli ultimi anni, molti richiedenti la cittadinanza italiana sono mossi da un “innamoramento” per il nostro Bel Paese non solo perché magari hanno antenati italiani, ma per la nostra cultura e il nostro stile di vita che sempre di più affascina e attira molti stranieri.

E noi italiani veri, lo sapete, vi aspettiamo a braccia aperte!

P.S. questo il sito dello studio dell’Avv.Nicola Metta che ringraziamo calorosamente e consigliamo a tutti coloro che stanno pensando di trasferirsi in Italia!😉

Un bacio!

Link all’articolo dello studio Metta: a cui rimandiamo per le informazioni ufficiali.
https://www.studiolegalemetta.com/en/practice-areas/italian-citizenship/

By Sara🎙🇮🇹

►Prova ad ascoltarci con trascrizioni e sottotitoli:
https://www.litalianovero.it/wp/trascrizioni-episodi/
Se le provi migliori e ci sostieni.💪

►Ti piace il nostro podcast? Per favore sostienici al costo di un caffè perché
senza di voi non ci sarebbe il podcast:
https://www.patreon.com/litalianoveropodcast

 

 

________________

Dear listeners,

It has been a pleasure to record and share this episode with you.
Thanks to YOU, your messages, your contributions, we are understanding more and more every day, how beautiful our country and our language is.
All this allowed us to get to record this episode that we liked very much for our light-hearted and truthful speaking in true Italian style, seasoned by the professionalism and great friendliness of our host, lawyer Nicola Metta.

Despite being a fairly specific episode, our guest makes us understand, through the rules for obtaining Italian citizenship, what lies behind our culture and the values of our country.

I hope you like it too, in any case I thank you on behalf of myself and our whole team for your support and for accompanying us on this adventure of the Italiano Vero.

Massimo and the whole Italian Vero team.  🎙🇮🇹

Blog in Inglese

Today Cubo and Paolo take us into the intricate world of legislation that regulates the acquisition of Italian citizenship and, to do so, they invited the lawyer Nicola Metta of the ancient law firm Metta di Bari which has been operating since 1887!

Is it true that to become an Italian citizen you have to take an Italian language exam?

Will Cubo be able to figure out how to help his cousin who lives in Switzerland (who, like so many of his generation, was born to Italians residing in America who, having taken American citizenship, had lost the Italian one many years ago) to acquire Italian citizenship?

Thanks to Nicola Metta, from Bari but who lived for ten years in the United States per farsi le ossa (to gain experience and have the necessary “bones” to face all the problems that may arise during the career) we will have all the answers in a simple and clear manner!

How do you become an Italian citizen?

1- If you are a descendent of an Italian citizen, per iure sanguinis that is, by right of blood.

But this was not always the case, until 1948, before the enactment of the Italian constitution, only men transmitted citizenship to their children, so a ragazza madre (single mother – a young woman who without being married has a child who is not recognized by her father) did not by law transmit citizenship to her own son.

2- Se si è residenti in Italia (If you have been resident in Italy) for a certain number of years: three years for those born in Italy of foreign parents; four years for a citizen of the European Union who has settled in Italy on a permanent basis, ten years for any non-EU citizen.

In the case of a person of Italian descent but without Italian citizenship, three years of stable residence are enough to obtain it. Until 1992, Italian citizenship was lost when the citizenship of the state in which they moved was acquired. The children born in the new state were citizens of the new state. Since 1992, Italian law allows for the maintenance of Italian citizenship even if the citizen has acquired another citizenship.

3- Se si è sposati con un cittadino italiano (If you have been married to an Italian citizen) for at least two years if your spouse resides in Italy or three years if you live abroad, and if you have minor children, the times are shortened by half. The procedure lasts about four years (three with the new law decree being implemented), during which the applicant must remain married otherwise the procedure is blocked and the right lapses.

In this case, as well as for non-EU citizens who apply for ten years of residence, an Italian language exam is also required.

To acquire citizenship who to contact? Not all states have an Italian consulate and often several states are merged into a single consulate, thus creating long waits, even years, due to the heavy workloads. Better then to plan a trip for a couple of months to Italy and acquire residence in Italy, in this way the competent authority to receive the application becomes the municipality, which within about six months recognizes citizenship. Once the practice has started, it is not necessary to stay in Italy but you can return to your country.

4- Se si aveva in precedenza la cittadinanza e la si è persa (If you previously had citizenship and you have lost it), there is the possibility of regaining it in two ways: by declaring to the consulate that you want to reacquire your citizenship and move to Italy and become a resident within one year; the other way is to come to Italy, apply for residence and apply for citizenship, obtaining them at the same time.

Unlike other countries, in Italy the law does not provide that citizenship can be acquired for an outlay of money, the methods are all linked to a senso di appartenenza alla cultura e ai valori italiani (sense of belonging to Italian culture and values).

Nice to know from Nicola that, in recent years, many applicants for Italian citizenship are moved by a “falling in love” for our beautiful country not only because they may have Italian ancestors, but for our culture and our lifestyle that more and more it fascinates and attracts many foreigners.

And we real Italians, you know, are waiting for you with open arms!

P.S. This is the website of the lawyer Nicola Metta whom we warmly thank and recommend to all those who are thinking of moving to Italy! 😉

A kiss!

Link to the article of the Metta study: to which we refer for official information.
https://www.studiolegalemetta.com/en/practice-areas/italian-citizenship/

By Kevin (ItalianRocks)

 

►Try listening to us with transcripts and subtitles:
https://www.litalianovero.it/wp/trascrizioni-episodi/
If you try them you improve and support us.💪

►Do you like the podcast? Please support us at the cost of a coffee
without you there would be no podcast:
https://www.patreon.com/litalianoveropodcast

avatar
Nicola Maria Metta
Lawyer, immigration, estate planning, real estate, inheritance, tax, citizenship, U.S. Notary

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name

E-Mail

Website

Comment

L'Italiano Vero è un progetto libero finanziato dagli ascoltatori e dalle ascoltatrici.

42 – Come diventare italiani veri

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi