10 – Le dritte per lavorare in Italia – parte 1

Blog in italiano

Immergersi nella realtà di un paese straniero, attraverso un’esperienza di lavoro o di volontariato, è un ottimo metodo per accelerare l’apprendimento di una nuova lingua.

Massimo ha potuto “provarlo sulla sua pelle”. Il suo inglese è infatti molto migliorato attraverso una esperienza di volontariato a Boston del 2018. Il suo podcast preferito (al quale l’Italiano vero si ispira) gli ha dedicato uno specifico episodio in merito.

Massimo e Paolo in questo episodio, quindi, “danno le dritte” per facilitare la ricerca di un lavoro in Italia ad uno straniero (e non).

Massimo chiede subito a Paolo se secondo lui sia importante conoscere la lingua di un paese per poterci lavorare. Secondo Massimo non è necessario per un lavoro che richieda alta manualità. Paolo non è d’accordo con lui.

Per dirimere la questione si affidano all’ospite della puntata, Mariapia Beltrami, che da anni si occupa di selezione del personale per conto di un’agenzia per il lavoro. 

Come ci spiega durante la puntata, le agenzie per il lavoro, sono  agenzie private che svolgono un duplice compito: selezionare personale personale qualificato adatto per conto delle aziende clienti e allo stesso tempo trovare una sistemazione alle persone alla ricerca di occupazione. Di fatto un intermediario tra domanda e offerta di lavoro.

Mariapia risponde subito alla domanda contraddicendo Massimo e spiegando che anche in un lavoro di alta manualità, la conoscenza della lingua italiana sia importante. Infatti in caso di emergenza, un lavoratore straniero, non conoscendo la lingua non riuscirebbe a seguire le istruzioni di evacuazione della zona di lavoro rischiando di mettere in pericolo la propria incolumità.

Massimo allora chiede a Mariapia di dare alcune dritte ai lavoratori stranieri (valide anche per gli italiani) al fine di facilitarli nella ricerca di lavoro in Italia. Mariapia fa notare che il “dare le dritte” fa parte dell’attività dell’agenzia per il lavoro e questa attività viene definita ORIENTAMENTO AL MONDO DEL LAVORO.

Mariapia allora prosegue spiegando che ha preparato 10 dritte (suggerimenti); 5 verranno spiegate in questo episodio e 5 nell’episodio successivo.

  • I DOCUMENTI:
    • Cittadini Extra UE:
      1. Documento di Identità(ID)/passaporto – 
      2. Codice fiscale
      3. Permesso di soggiorno in corso di validità/ricevuta di rinnovo
    • Cittadini UE: 
      1. Documento di Identità(ID)/passaporto
      2. Codice fiscale

 

  • LA LINGUA ITALIANA: è importante conoscere la lingua italiana, a conferma di quanto detto prima. Infatti  il decreto del 4 giugno del 2000. Dice che per i lavoratori in Italia da più di 5 anni che intendano richiedere  il permesso di soggiorno di lungo periodo debbano superare un test di italiano o essere in possesso di una certificazione a livello A2

Paolo a questo punto fa notare a Massimo di aver avuto ragione in merito all’importanza della lingua e cita una famosa frase in latino “ubi maior minor cessat”.

 

  • IL CURRICULUM VITAE: é un aspetto molto importante, Mariapia fa notare infatti che quando le viene chiesto di cosa si tratti lei risponde “sei tu!”  pertanto oltre a riportare le informazioni anagrafiche e le esperienze lavorative, riporti gli elementi che distinguono la persona, pertanto i talenti e le passioni sono molto importanti e che il tutto sia esposto in maniera “semplice completo e chiaro” e soprattutto veritiero in quanto ciò che verrà scritto potrà essere confermato dalle referenze (vedi punto 4). Mariapia ricorda che i lavoratori soprattutto gli stranieri vengono aiutati dall’agenzia nella stesura del curriculum anche mettendo a disposizione un computer. Anche la fotografia deve essere professionale (non triste) pertanto vanno evitate per usare un modo di dire molto utilizzato le cosiddette foto con la bocca a “culo di gallina”. 

 

  • LA LETTERA DI PRESENTAZIONE: Mariapia ci consiglia uno scritto di al massimo “una decina di righe (non un’enciclopedia) che ci aiutano a raccontarci nei nostri punti di forza e nelle nostre competenze tecniche”, pertanto se si conosce cosa stia realmente cercando l’azienda “rispondiamo … spiegando e specificando quali sono le nostre caratteristiche che si avvicinano a quello che è il desiderato aziendale”. Essere coerenti con quanto ricercato dall’azienda dimostra inoltre attenzione e coerenza.

 

  • LE REFERENZE: Mariapia ci spiega che queste devono provenire da persone vicino a noi, persone che frequentiamo nel lavoro o nel tempo libero, (ex datori di lavoro, colleghi, il nostro allenatore sportivo) che possano testimoniare i nostri punti di forza, il nostro approccio e metodo di lavoro. Mariapia inoltre specifica l’importanza delle referenze in quanto queste “oggettivizzano” il curriculum.

 

L’episodio di si chiude con Paolo e Massimo che vanno a dare una sistemata al proprio curriculum e con i ringraziamenti a Mariapia  per il suo splendido contributo.

Mariapia (ritratta nella foto) è a disposizione presso la sua agenzia per aiutarvi nella ricerca di un lavoro in Italia. Trovate i suoi riferimenti selezionando questo >>link<<

Blog in italiano by Massimo

Blog in English

Immersing yourself into another country, through work or a volunteer experience, is a great way to speed up the learning of a new language. Recently, Massimo was able to “provarlo sulla sua pelle” (“try it on for size”). His English has improved a lot through a volunteer experience he had in Boston in 2018. Even his favorite podcast (All Ears English), which inspired L’Italiano vero, dedicated an episode (episodio in merito) to him on the subject of learning a language through immersion. 

Massimo and Paolo in this episode “danno le dritte” (to give tips) to facilitate the search for a job in Italy for a foreigner (and Italiano/a alike). 

Massimo asks Paol if he thinks it is important to know the language of a country in order to work there. According to Massimo, it is not necessary for a job that requires high manual skills, but Paolo disagrees with him. To settle the matter, the two recruit a guest for the episode, Mariapia Beltrami, who for years has reviewed prospective job hunters for an employment agency. 

To settle the matter rely on the guest of the episode, Mariapia Beltrami, who for years has been dealing with the selection of personnel on behalf of an employment agency.

As explained during the episode, the job agencies (le agenzie per il lavoro) are private agencies that perform a dual task: selecting qualified personnel on behalf of client companies, while at the same time, finding accomodatings for people looking for employment. In fact, it operates as an intermediary between labor demand and supply. 

Mariapia responds immediately to the question, contradicting Massimo to explain that even in highly manual work the knowledge of Italian language is important. In fact, in case of an emergency, a foreign worker who does not know Italian, could not follow evacuation instructions in the work area, thereby endangering their safety.

Massimo then asks Mariapia to give some tips to foreign workers (but equally valid for Italians) in order to facilitate them in their Italian job search. Mariapia points out that giving tips is part of the agency’s objectives, and this is referred to as: Orientamento al monde del lavoro (orientation).

Mariapia goes on to explain that she has prepared 10 dritte o suggerimenti (tips or suggestions); 5 will be explained in this episode and 5 in the next episode. 

  • I DOCUMENTI (Documents):
    1. Cittadini Extra (Extra-EU Citizens)
      1. UE: Documento di Identità (ID) /passaporto (EU: Identity Document (ID) / passport)
      2. Codice fiscale (Fiscal Code)
      3. Permesso di soggiorno in corso di validità/ricevuta di rinnovo (Residence permit valid / renewal receipt)
    2. Cittadini UE (European Union Citizen)
      1. Documento di Identità (ID)/ passaporto  Identity Document (ID) / passport)
      2. Codice fiscale (Fiscal Code)
  • LA LINGUA ITALIANA: It is important to know the Italian language, to confirm what was said before. In fact, the decree of 4 June 2000 says that for workers in Italy who have been seeking long-term residence permit for more than 5 years must pass an Italian test or be in possession of an A2 level certification. 

Paolo at this point points out to Massimo that he was right about the importance of the language and mentions a famous phrase in Latin “ubi maior minor cessat” (where minor lapse).

  • IL CURRICULUM VITAE (CV) (Resume): The curriculum vitae (CV) is very important, and as Mariapia points out, “It’s you!” In addition to reporting personal data and work experience, the CV can distinguish the person. Talents and passions are very important, and everything should be “semplice, completo e chiaro” (simple, complete, and clear). Above all, the CV should be veritiero (truthful) as to what is written and can be confirmed by references (see point 4). Mariapia reminds us that workers, especially foreigners, are helped by the agency in drafting the curriculum. In Italy, CVs often include a photograph, which should be professional. As they say in Italian, don’t use “culo di gallina” (hen’s mouth), or sad photographs.  
  • LA LETTERA DI PRESENTAZIONE (the cover letter): Mariapia advises us to write a maximum of “a dozen lines” not an encyclopedia to discuss our strengths and our technical skills. If you know what the company is really looking for, we should answer by “explaining and specifying what are our characteristics that come close to what the desired company is looking for.” Being consistent with what the company is looking for also demonstrates “attenzione e coerenza” (attention and consistency). 
  • LE REFERENZE (the reference): Mariapia explains that references must come from people close to us (former employers, colleagues, our sports coach), and who can testify favorably to our strengths, our approach, and method of work. Mariapia also specifies the importance of references that “oggettivizzano” (objectify) our CV.

The episode closes as Paolo and Massimo review their resume with Mariapia’s splendid contribution.

Mariapia (pictured in the photo) is available at her agency to help you find a job in Italy. Find her references by selecting this   >>link<<

Blog in English by Lee Okan

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name

E-Mail

Website

Comment

L'Italiano Vero è un progetto libero finanziato dagli ascoltatori e dalle ascoltatrici.

10 – Le dritte per lavorare in Italia – parte 1

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi