24 – Andrà tutto bene

Blog in italiano

Tempo di lettura: 6 min
________________

Oggi parliamo di: medico della mutua, quarantena, Tachipirina.

 

Bentornati Italiani Veri!

La puntata si apre con il nostro Cubo, che introduce l’ospite di oggi, oramai ospite fisso, (per la nostra felicità) Michela.

Massimo fa una domanda d’obbligo a Michela, chiedendole “Come stai?”. Sappiamo tutti che in italiano “il come va? e il “come stai?” sono domande che si fanno spesso per iniziare una conversazione senza necessariamente approfondire il vero e proprio stato di salute, alle quali si risponde quasi sempre “bene..e tu”…ma come ci fanno notare i nostri ospiti non è un periodo qualsiasi, in Italia infatti come in molti paesi del mondo stiamo fronteggiando l’emergenza del Corona Virus.

Massimo ricorda che l’episodio è registrato il 12 marzo e, come di consueto, quando possibile, verrà offerto in anteprima ai nostri Patron, che con l’occasione vengono salutati e ringraziati per il loro sostegno. Michela ricorda inoltre ai nostri ascoltatori che per aiutarci possono lasciare una recensione su apple podcast o sul loro podcast player preferito qui ne potete trovare alcuni: https://www.gopod.me/litalianovero

Massimo ricorda inoltre che quando avremo raggiunto un numero sufficiente di Patron vorremmo mettere a disposizione le trascrizioni come fatto nell’episodio 22 Mamma ho perso l’aereo (in fondo al blog).

Era da un po’ che avevamo in programma di fare una puntata sulla “Salute” intitolata “il medico della mutua” ma vista l’emergenza e per “buon auspicio” Massimo Paolo e Michela hanno deciso insieme di cambiare il titolo con quello dello slogan coniato per incoraggiare l’Italia e il mondo: Andrà tutto bene”.

Doveva anche essere in studio un amico di Massimo, medico, che però ,è stato, ahimè contagiato e pertanto  i nostri amici gli dedicano la puntata con l’auspicio che si rimetta presto e venga in trasmissione a registrare l’episodio.

Alla domanda di Massimo, “Come stai” Michela utilizza un modo di dire molto utilizzato da noi Italiani veri, “scoppio di salute” con il quale intendiamo dire stare benissimo, godere di ottima salute tanto che questa “esplode” dal nostro corpo.

Massimo risponde invece che lui è ammalato e proprio come molte persone in questo periodo non gode di “una salute di ferro”. Avere una salute di ferro significa infatti essere in ottime condizioni fisiche. Il modo di dire è dovuto al fatto che il ferro è anche un elemento molto importante per il nostro organismo ed il nostro benessere.

Paolo invece oggi è assente per impegni di lavoro e Michela ci fa notare che pur lavorando oramai tutti da casa i nostri impegni non sono diminuiti, anzi. 

Per ottimizzare il lavoro da casa massimo suggerisce l’ascolto di un episodio di Strategia Digitale dell’autore Giulio Gaudiano (ideatore anche del festival del podcasting italiano) intitolato Smart Working: consigli per lavorare da casa e da remoto in maniera efficace

Massimo ci consiglia inoltre per rimanere aggiornati sulle news italiane i radio giornali di Radio Popolare podcast da 5/10 minuti, molto utili per impratichirsi con l’ascolto della nostra lingua.

Tornando al tema dell’episodio Massimo ci dice che per ottenere consigli su come curarsi è dovuto ricorrere al suo Medico della Mutua. Ma chi è il medico della mutua? 

In italia ogni individuo sceglie un medico il cui compenso è a carico Servizio Sanitario Nazionale e pertanto gratuito per il cittadino, che “nell’ambito delle sue funzioni, riveste il ruolo di medico curante ovvero il medico che ha il compito di concordare con il paziente una strategia diagnostico-terapeutica complessiva”. Mutua è il nome che veniva usato un tempo per chiamare quello che è ora il nostro Servizio Sanitario Nazionale. Ma il termine medico della mutua è rimasto di uso comune, insieme a medico di base, medico di famiglia e medico generico.

Tale medico ci prescrive tramite le ricette, i farmaci per i quali la farmacia necessita appunto dell’autorizzazione del medico per la vendita. Per molti dei medicinali si paga solamente una parte dell’importo detto “il ticket” la restante parte rimane a carico del Servizio Sanitario nazionale. E’ inoltre d’uso comune per noi italiani chiamare i farmaci con il loro nome commerciale, pertanto diciamo la Tachipirina” se vogliamo riferirci al principio attivo del paracetamolo oppure ad esempio  un Brufen o un Moment qualora avessimo bisogno per un mal di testa o altro di Ibuprofene. Il medico della mutua ci prescrive inoltre qualora lo necessitassimo le c.d. Visite specialistiche o esami di laboratorio i quali se usufruiti presso strutture pubbliche si paga solamente “il ticket”.

Il medico della mutua è anche il titolo dell’omonimo famosissimo film di Alberto Sordi considerato un classico del genere della commedia all’italiana. 

Massimo ci ricorda inoltre che l’assistenza sanitaria è gratuita ed è un diritto anche per chi è in visita sul nostro territorio anche per chi non fosse munito di regolare permesso di soggiorno (si veda specifico opuscolo in merito per i dettagli L’accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative)

Tornando invece alle parole che riguardano l’emergenza COVID-19, Michela ci ricorda che anche la pronuncia della parola virus, la quale essendo di origine latina viene pronunciata così come scritta a non come fatto dal nostro primo ministro all’inglese: “vairus”.

 

Michela spiega inoltre l’etimologia ed il significato delle parole Pandemia, Endemia e Epidemia:

  • -una pandemia (dal greco pan-demos, “tutto il popolo”) è una malattia epidemica che si espande rapidamente diffondendosi in più aree geografiche del mondo, unitamente ad un’elevata mortalità.
  • -Si definisce epidemia (dal greco sopra il popolo, sopra le persone) il diffondersi di una malattia, in genere una malattia infettiva, che colpisce quasi simultaneamente una collettività di individui, ovvero una data popolazione umana, con una ben delimitata diffusione nello spazio e nel tempo, avente la stessa origine.
  • -Endemia deriva dal greco ἔνδημον (nel popolo) con sottinteso “νόσημα” (malattia), cioè “malattia che è nel popolo” per la quale si intende una malattia costantemente presente o molto frequente  un popolazione o territorio (come ad esempio la varicella).

Un altra parola molto utilizzata in questo periodo è quarantena,  Michela ci ricorda che questa  sta a significare un isolamento forzato, solitamente utilizzato per limitare la diffusione di uno stato pericoloso (spesso una malattia). Il termine deriva da quaranta giorni, la durata tipica dell’isolamento cui venivano sottoposte le navi provenienti da zone colpite dalla peste nel XIV secolo. Oggi quarantena ha assunto il valore generico di isolamento precauzionale ed è di durata variabile.

 

Tornando invece ai modi di dire legati alla salute, Cubo e Michela, oltre a quelli citati in precedenza, scoppio di salute e salute di ferro ce ne ricordano altri due:

Sano come un pesce: Il significato della buffa locuzione equivale a dire essere in perfetta salute. Il detto popolare ha radici nell’antichità, un tempo in cui i pesci erano visti come esseri viventi che non si ammalavano mai: in verità anche i pesci si ammalano, ma a causa della selezione naturale della specie, difficilmente in natura è possibile osservare un pesce gravemente malato.

Avere una febbre da cavalloPerché si dice febbre da cavallo? La normale temperatura di un cavallo è più alta di quella quella umana. Pertanto in caso di malattia questa sale in maniera molto più decisa, con effetti assai più dannosi rispetto all’uomo. Pertanto è un’espressione figurata che indica una febbre così alta che, in certi casi, può essere addirittura molto pericolosa.

Febbre da cavallo è anche è anche un mitico film, diretto da Steno, con Gigi Proietti ed Enrico Montesano considerato anch’esso  una delle pellicole cult della commedia italiana degli anni Settanta e racconta le dis(avventure) di un gruppo di amici con la passione per l’ippica e le scommesse.

 

Cubo e Michela lamentano a proposito la mancanza di Paolo (che nel frattempo stava scrivendo in chat a Massimo) che con la sua passione per il cinema avrebbe potuto raccontarci qualcuno dei suoi aneddoti in merito al film

L’episodio di conclude con l’augurio di aver portato e continuare a portare un po’ di compagnia in questo momento difficile con il nostro podcast e che ….andrà tutto bene per tutti!!!!!!!

A presto..

 

Blog in Italiano by Massimo

►Ti piace il nostro podcast? sostenici al costo di un caffè
senza di voi non ci sarebbe il podcast:
https://www.patreon.com/litalianoveropodcast

►Contattaci per idee su nuovi episodi:
https://www.litalianovero.it/wp/contatti/

►Facebook:
https://www.facebook.com/litalianoveropodcast/

►Instagram:
https://www.instagram.com/litalianoveropodcast/

Blog in Inglese

Our team member and translator, Lee is working hard during this time and she can’t translate the blog. We hope she will come back soon! If you want to help us to translate (in your own language) and be part of our team please do not hesitate to contact us.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name

E-Mail

Website

Comment

  1. È/vaɪrəs/ in inglese, diciamo. Meglio che concentriamo su italiano

L'Italiano Vero è un progetto libero finanziato dagli ascoltatori e dalle ascoltatrici.

24 – Andrà tutto bene

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi