L’Almanacco Vero – sett. 29 dal 13 luglio al 19 luglio ’20

Blog in italiano  – tempo di lettura: 5 min

Blog in English  – reading time: 5 min

Trascrizione episodio disponibile: clicca <qui>

 

________________

Blog in italiano

Buon lunedì a tutti voi, cari ascoltatori che ci seguite sempre più numerosi!

Prima di cominciare con l’almanacco, vogliamo ricordare il grande Ennio Morricone scomparso una settimana fa. Compositore, musicista, direttore d’orchestra e arrangiatore famoso nel mondo, ha lavorato con i maggiori registi, regalandoci le più belle colonne sonore cinematografiche di sempre (sono più di 500 quelle che ha composto per cinema e televisione). Ma non si è dedicato esclusivamente al cinema, ha scritto musiche di ogni genere, spaziando dalla classica alla musica leggera!

Come non ricordare il sodalizio artistico con il suo amico d’infanzia, il regista Sergio Leone, nei suoi film western? Solo per citarne qualcuno: “Per un pugno di dollari”, “C’era una volta il west”, “Il buono, il brutto, il cattivo”. O i suoi capolavori per molti registi di Hollywood come Brian De Palma, e Quentin Tarantino; ricordiamo rispettivamente “Gli intoccabili”e “The Hateful Eight”. Una carriera lunga e proficua, che gli è valsa, dopo i numerosi premi avuti nel corso degli anni, un meritatissimo Oscar nel 2016 dopo aver ricevuto anche quello alla carriera nel 2006.

 

16 luglio
1965 – 
Apre il traforo del Monte Bianco: Il traforo del Monte Bianco è un tunnel autostradale che collega Courmayeur, in Valle d’Aosta, a Chamonix, nel dipartimento francese dell’Alta Savoia: queste due comunità hanno in comune importanti legami socio-linguistici e il fatto di fondare il loro sviluppo economico sul turismo. Costruito congiuntamente tra Italia e Francia (i lavori di costruzione ebbero inizio nel 1957 e terminarono nel 1965), è costituito da una galleria unica a doppio senso di circolazione e rappresenta una delle maggiori vie di trasporto transalpino. Ad inaugurarlo sono i capi di Stato dei rispettivi paesi: Giuseppe Saragat per l’Italia, il generale Charles De Gaulle per la Francia.

La sua lunghezza è di 11,6 km. La parte più lunga, 7640 metri, si trova in territorio francese, contro i 3.960 metri in territorio italiano. Lo percorrono ogni giorno circa cinquemila veicoli. Nel 1999 si verificò un grave incendio che costò la vita di 39 persone: un autoarticolato prese improvvisamente fuoco, creando un ingorgo e le fiamme furono domate dopo più di due giorni!

Dopo quel drammatico avvenimento, il tunnel restò chiuso per tre anni e poi riaperto unicamente per le automobili, dopo lunghi lavori di ristrutturazione e nuove regole di circolazione per migliorarne la sicurezza.

 

18 luglio
1918 – Nasce 
Nelson Mandela (101 anni fa): il grande politico e attivista sudafricano deceduto nel 2013, è stato presidente del Sudafrica dal 1994 al 1999. Negli anni precedenti è stato protagonista dello smantellamento del regime dell’apartheid che ha dominato in Sudafrica per decenni. Per il suo operato Mandela ha ottenuto nel 1993 il premio Nobel per la pace. Prima di riuscire a ottenere questi importanti successi Mandela ha passato ben 27 anni in prigione con l’accusa di cospirazione. Negli anni precedenti, infatti, Mandela era diventato un importante esponente dell’organizzazione che lottava per la liberazione dei neri del Sudafrica. Dal 1961 al 1963 Mandela aveva guidato importanti azioni anche armate contro l’esercito, oltre a essere uno dei leader politici del movimento. Incarcerato nel 1963 per la sua resistenza al regime segregazionista sudafricano, viene liberato nel 1990 dopo 27 anni passati in prigione. Anche dal carcere Mandela è riuscito a guidare la lotta contro l’apartheid, diventando un simbolo di libertà, di giustizia, di fermezza di spirito non solo in Sudafrica, ma in tutto il mondo. Da presidente è riuscito a riconciliare le diverse anime del Sudafrica che per tanti anni si erano opposte e persino odiate.

Nel 1999 si è ritirato ufficialmente dalla vita pubblica, ma senza interrompere mai la sua azione umanitaria, portando la sua instancabile battaglia per la pace e la comprensione umana oltre i confini del Sudafrica.

Molti film gli sono stati dedicati, tra questi, bellissimo il film del 2009 “Invictus” diretto da Clint Eastwood con Morgan Freeman nei panni di Nelson Mandela nei primi anni della sua presidenza, in cui grazie al rugby, sport molto praticato in Sudafrica, due uomini, due squadre e due ‘popoli’ compiono un primo, importante passo per iniziare a divenire una Nazione nel pieno e moderno senso del termine.

Tra le tante affermazioni di Mandela, ci piace ricordare questa: “La pace è un sogno, può diventare realtà… Ma per costruirla bisogna essere capaci di sognare.

 

19 luglio
1992 – La Strage di via D’Amelio: Pochi minuti alle cinque del pomeriggio, una tremenda esplosione scuote l’intera città di Palermo. Arrivano i primi soccorsi in via D’Amelio e lo scenario è terrificante: in un inferno di fiamme, perdono la vita il giudice Paolo Borsellino, procuratore aggiunto della Repubblica di Palermo e gli agenti della sua scorta. Figura di spicco nella lotta alla mafia, entra a far parte del celebre pool antimafia che, coordinando le diverse attività d’indagine dei suoi componenti, riesce a condurre una capillare azione di contrasto al fenomeno mafioso, suggellata nel 1986 con il maxiprocesso di Palermo.

Il magistrato è barbaramente ucciso davanti all’abitazione della madre, un paio di mesi dopo l’assassinio dell’amico e collega Giovanni Falcone. Troppi lati oscuri allungano i tempi delle indagini e del processo che s’intreccia con quello sulla presunta trattativa tra Stato e mafia, per cui si arriverà a parlare di “strage di Stato”.

L’episodio segna uno spartiacque nella storia d’Italia ispirando un ampio movimento di lotta alla mafia che coinvolge soprattutto i giovani.

Ricordiamo il film “Paolo Borsellino: i 57 giorni” (colonna sonora di Ennio Morricone) che racconta il breve lasso di tempo, 57 giorni appunto, tra l’attentato a Falcone e quello a Borsellino durante i quali Borsellino corre contro il tempo alla ricerca della verità, consapevole però che il suo destino è legato a quello dell’amico, morto tra le sue braccia dopo l’attentato subìto.

 

By Sara

P.s. In foto di copertina Massimo e Sara i due conduttori dell’episodio

Trascrizione episodio disponibile: clicca <qui>

►Ti piace il nostro podcast? sostienici al costo di un caffè
senza di voi non ci sarebbe il podcast:
https://www.patreon.com/litalianoveropodcast

►Contattaci per idee su nuovi episodi:
https://www.litalianovero.it/wp/contatti/

►Facebook:
https://www.facebook.com/litalianoveropodcast/

►Instagram:
https://www.instagram.com/litalianoveropodcast/

►YouTube
https://bit.ly/2zvrbOK

________________

Blog in Inglese

Week no. 29 from 13 to 19 July

Reading time: 5 minutes

Happy Monday to all of you, dear listeners who follow us more and more!

Before starting with the almanac, we wish to remember the great Ennio Morricone who passed away a week ago. Composer, musician, conductor and arranger famous in the world, he has worked with the greatest directors, giving us the most beautiful cinemato-graphic soundtracks ever (he had composed for cinema and television more than 500!). But he didn’t focus exclusively on cinema, he wrote music of all kinds, ranging from classical to pop music!

How can we forget the artistic partnership with his childhood friend, the director Sergio Leone, in his western films? Just to name a few: “Fistful of Dollars“, “ Once Upon a Time in the West “, “The Good, the Bad and the Ugly“. Or his masterpieces for many Hollywood directors such as Brian De Palma, and Quentin Tarantino; we remember respectively “The Untouchables” and “The Hateful Eight“. A long and profitable career, which earned him, after numerous awards over the years,like an Oscar in 2016 for The Hateful Eight soundtrack, and a well-deserved Oscar for his career in 2006.

July 16
1965 – The Mont Blanc tunnel opens: The Mont Blanc tunnel is a motorway tunnel that connects Courmayeur, in the Aosta Valley, to Chamonix, in the French department of Haute-Savoie: these two communities share important socio-linguistic links and the fact of basing their economic development on tourism. Constructed jointly between Italy and France (construction work began in 1957 and ended in 1965), it consists of a unique two-way traffic tunnel and represents one of the major transalpine transport routes. Inaugurating it were the heads of state of their respective countries: Giuseppe Saragat for Italy, General Charles De Gaulle for France.

Its length is 11.6 km. The longest part, 7640 meters, is located in French territory, compared to 3,960 meters in Italian territory. Around five thousand vehicles cross it every day. In 1999 there was a serious fire that cost the lives of 39 people: an articulated lorry suddenly caught fire, creating a traffic jam and the flames were not tamed for more than two days!

After that dramatic event, the tunnel remained closed for three years and then reopened only for cars, after long renovations with new traffic rules to improve safety.

 

July 18
1918 – Nelson Mandela (101 years ago) was born: the great South African politician and activist who died in 2013, was president of South Africa from 1994 to 1999. In previous years he was the protagonist of the dismantling of the apartheid regime that dominated in South Africa for decades. For his work Mandela obtained the Nobel Peace Prize in 1993. Before being able to achieve these important successes, Mandela spent 27 years in prison on conspiracy charges. In previous years, in fact, Mandela had become an important exponent of the organization fighting for the liberation of the black people of South Africa. From 1961 to 1963 Mandela had led important actions also armed against the army, as well as being one of the political leaders of the movement. Imprisoned in 1963 for his resistance to the South African segregationist regime, he was released in 1990 after 27 years in prison. Even from prison Mandela managed to lead the fight against apartheid, becoming a symbol of freedom, justice, steadfastness of spirit not only in South Africa, but throughout the world. As president he managed to reconcile the different souls of South Africa who for many years had opposed and even hated each other.

In 1999 he officially retired from public life, but without ever interrupting his humanitarian action, bringing his tireless battle for peace and human understanding beyond the borders of South Africa.

Many films have been dedicated to him, among them, the beautiful 2009 film “Invictus” directed by Clint Eastwood with Morgan Freeman as Nelson Mandela in the early years of his presidency, in which thanks to rugby, a sport widely practiced in South Africa, two men, two teams and two ‘peoples’ take a first, important step to start becoming a nation in the full and modern sense of the term.

Among Mandela’s many statements, we like to remember this: “Peace is a dream, it can become reality … But to build it you must be able to dream.

 

July 19
1992 – The massacre in via D’Amelio: A few minutes from five in the afternoon, a tremendous explosion shakes the entire city of Palermo. First aid arrives in via D’Amelio and the scenario is terrifying: in a hell of flames, the judge Paolo Borsellino, deputy prosecutor of the Republic of Palermo and the agents of his escort, die. A leading figure in the fight against the mafia, he joined the famous anti-mafia pool which, by coordinating the various investigative activities of its members, managed to conduct a capillary action to contrast the mafia phenomenon, sealed in 1986 with the Palermo maxiprocess (the Maxi Trial against the Sicilian Mafia).

The magistrate is barbarously killed in front of his mother’s home, a couple of months after the assassination of his friend and colleague Giovanni Falcone. Too many dark sides lengthen the time of the investigations and the process that is intertwined with that on the alleged negotiation between the State and the Mafia, so we will talk about “massacre of State”.

The episode marks a watershed in the history of Italy by inspiring a broad movement to fight the mafia that mainly involves young people.

We remember the film “Paolo Borsellino: the 57 days” (music by Ennio Morricone) which tells the short lapse of time, 57 days, between the attack on Falcone and the attack on Borsellino during which Borsellino runs against time in search of the truth, aware however that the his fate is linked to that of his friend, who died in his arms after the attack he suffered.

By Kevin (ItalianRocks)

P.s.In the photo cover Massimo and Sara the two host of the episode.

Trascrizione episodio disponibile: clicca <qui>

►Did you like the podcast? Support us at the cost of a coffee
without you there would be no podcast:
https://www.patreon.com/litalianoveropodcast

►Contact us for ideas about new podcasts:
https://www.litalianovero.it/wp/contatti/

►Facebook:
https://www.facebook.com/litalianoveropodcast/

►Instagram:
https://www.instagram.com/litalianoveropodcast/

►YouTube
https://bit.ly/2zvrbOK

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name

E-Mail

Website

Comment

L'Italiano Vero è un progetto libero finanziato dagli ascoltatori e dalle ascoltatrici.

L’Almanacco Vero – sett. 29 dal 13 luglio al 19 luglio ’20

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi